Differenza tra svapo di guancia e svapo di polmone

Per chi non è del mestiere, la prima difficoltà che si incontra nello scegliere una sigaretta elettronica che faccia al caso suo è costituita da un problema di definizioni: qual è infatti la differenza tra svapo di guancia e svapo di polmone?

Navigando sulla rete o recandosi nei negozi specializzati è facile incontrare queste due “modalità” senza avere ben chiaro a cosa si riferiscano e cosa, sostanzialmente, cambi nell’atto dello svapo.

Per raccapezzarsi nella scelta è bene sapere che le due locuzioni indicano due differenti tipi di inalazione, che potremmo per facilità abbreviare come diretta e indiretta.

Tuttavia è bene ricordare che a parte alcune caratteristiche specifiche dei dispositivi, più o meno adatti all’una o all’altra modalità di aspirazione, ciò che fa la vera differenza nell’esperienza dello svapo è la volontà o meno di tenere il vapore in bocca prima di farlo scendere nei polmoni.

Svapo di guancia, indiretta, o MTL mouth to lung

È la tipologia di svapo più comune, che prevede una permanenza del vapore nella bocca prima di essere inalata nei polmoni e si avvicina, come movenze e caratteristiche, all’esperienza che si ha quando si fuma una sigaretta tradizionale.

Lo svapo di guancia regala all’utente un hit in gola molto accentuato, perché l’aria che passa attraverso le resistenze della sigaretta elettronica è poca, mentre aumenta la quantità di glicole propilene che viene riscaldato, pur lavorando a temperature contenute, portando alla bocca un sapore intenso e marcato.

Per un tiro di guancia soddisfacente, dopo essersi assicurati che l’apertura del bocchino sia abbastanza ristretta, si deve prendere un lungo tiro ma senza aspirare troppo forte, lasciando che il vapore inondi la cavità orale. A questo punto sarà sufficiente inalare fino ai polmoni per poi rilasciare il vapore, espirando.

Svapo di polmone o DL Direct Lung

L’inalazione dello svapo di polmone è invece definita “diretta” perché non prevede la fase intermedia in cui il fumo rimane nella cavità orale: il vapore è aspirato direttamente nei polmoni, come quando si prende una grande boccata d’aria prima di immergersi.

Per questa tipologia di svapo, i dispositivi elettronici devono essere progettati per far passare più aria attraverso le resistenze, e sono, mediamente, più potenti di quelli per lo svapo di guancia. Gli e-liquid più usati per lo svapo di polmone contengono glicerina al posto del glicole propilene, cosa che permette la fuoruscita di un vapore più denso e persistente.

Differenza tra svapo di guancia e svapo di polmone, come scegliere

Svapo di polmone e svapo di guancia

Gli utenti che si avvicinano al mondo dello svapo preferiscono, solitamente, iniziare con sigarette elettroniche che restituiscano la stessa sensazione di una sigaretta tradizionale.

Per questo motivo lo svapo di guancia, che usa dispositivi con una dimensione di tip ridotta, caricati con liquidi ad alta concentrazione di nicotina, sono i più indicati per ricevere un hit abbastanza consistente in gola.

Lo svapo di polmoni, per chi non è abituato a un tipo di inalazione tanto diretta, può essere troppo intenso, causando vertigini e tosse. Con il tempo, tuttavia, si acquisisce dimestichezza nell’aspirazione così da raggiungere una naturalezza di vaping che connubi piacere e sapore.

Leggi anche: La sigaretta elettronica mi fa tossire: cause e rimedi

Differenza tra svapo di guancia e svapo di polmone nel sapore

Come abbiamo detto, inalando meno quantitativi di aria con lo svapo da polmone, e tenendo in bocca più a lungo il vapore della sigaretta elettronica, si ottiene una percezione più duratura dell’aromatizzazione del liquido, poiché sulla lingua sono presenti molti recettori del gusto che si attivano al passaggio del vapore.

D’altro canto, con lo svapo di polmone, il liquido vaporizzato che arriva nell’apparato respiratorio è più concentrato.

Le sigarette elettroniche più consigliate per il tiro di guancia sono quelle dotate di resistenze sopra all’1,5 Ohm e un voltaggio delle batterie di almeno 10 W, mentre per quello di polmone bastano dispositivi con resistenze minori, 0,5 Ohm e potenze più elevate, fino a 100 W.

Correlati

Ultime notizie

IQOS Iluma: gusti disponibili per i Terea Smartcore Stick

L’attesa è finita! I dispositivi IQOS Iluma sono disponibili in Italia: ecco tutti i gusti disponibili per i Terea Smartcore Stick.

Fiere dello Svapo 2023: 3 eventi da non perdere in Italia

Tra esposizioni internazionali ed eventi dedicati alla ricerca e sviluppo, ecco 3 Fiere dello Svapo nostrane da non perdere nel 2023.

Nuova Zelanda: niente sigarette a chi è nato dopo il 2008, sì allo svapo

Niente tabacco in Nuova zelanda per i nati dopo il 2008. Sanzioni severissime per i trasgressori, sigarette elettroniche escluse dalla manovra.

Aromi natalizi: 7 liquidi per sigaretta elettronica da svapare questo Natale

Per rendere unica l’atmosfera festiva, non c’è niente di meglio di una selezione di eliquid natalizi! Ecco i migliori da gustare in occasione del Natale 2022.

Svapo e tasse: l’UE propone di tassare le ecigarette alla stessa maniera delle classiche bionde

Svapo e tasse: analizziamo la recente proposta di modifica della normativa sulla tassazione del tabacco. Ecigarettes e riscaldatori ne verrebbero pesantemente colpiti.

Aumento sigarette 2023: crescono le accise sui prodotti del tabacco

Aumenta di 20 centesimi il costo di ogni singolo pacchetto di sigarette, mentre le tassazioni sulle sigarette elettroniche rimangono invariate.